Ministero della Difesa

Pillole di storia

11 dicembre 2020

Generale di Squadra Aerea Francesco CAVALERA


​Il Generale Francesco Cavalera è nato a Lecce il 26 gennaio 1919; nel 1937 si arruola nella Regia Aeronautica, quale allievo ufficiale pilota di complemento. Nel 1938, promosso sottotenente è assegnato a Rodi con una squadriglia da Caccia; nell’ottobre dello stesso anno, dopo aver rinunciato al grado, entra nella Regia Accademia Aeronautica di Caserta con il Corso “Turbine”.


Nel 1942, con il grado di tenente, è assegnato al 51° stormo comandato dal tenente colonnello Aldo Remondino e del quale Cavalera diviene gregario sinistro nell’azioni di guerra.


Partecipa a cicli operativi su Malta e sul Mediterraneo dalle basi della Sicilia e della Sardegna. Era a Roma quando venne siglato l'armistizio dell'8 settembre 1943, e subito decide di unirsi alle squadriglie della resistenza ma viene fermato e arrestato dalle autorità tedesche, riuscendo comunque poi a sfuggire alla cattura e a raggiunge l’Italia meridionale, dove, nel 1944, con il ricostituito 51° Stormo, partecipa alla Guerra di Liberazione.


Al termine della guerra, promosso capitano, assume il comando della 356^ Squadriglia. Nel 1950 è in Somalia con una squadriglia da caccia per poi raggiungere il 51° stormo l’anno successivo a Treviso.


Nel 1955 assume la carica di aiutante di volo del sottocapo di stato maggiore, generale di divisione aerea Aldo Remondino.


Nel 1958 da tenente colonnello è alla Scuola Aviogetti di Amendola quale istruttore di volo e comandante del reparto volo. Nel 1960 frequenta a Parigi il Nato Defence College. Nel 1964 assume il Comando della 5^ Aerobrigata di Rimini e nel 1966, dopo aver frequentato il Centro Alti Studi Militari, è destinato allo stato maggiore dell’aeronautica.


Promosso nel 1966 generale di brigata aerea, l’anno seguente assume il comando dell’Accademia Aeronautica a Pozzuoli. Nel 1972, con il grado di generale di divisione aerea è sottocapo di stato maggiore dell’Aeronautica. Nel 1972 viene nominato a capo della direzione del personale militare dell’Aeronautica e promosso generale di squadra aerea. Nel 1975 assume la carica di Segretario Generale della Difesa.


Il 1° Febbraio 1978 è nominato Capo di stato maggiore della difesa, divenendo così il primo ufficiale dell’Aeronautica a ricoprire la carica di vertice delle Forze armate. Nel 1980 viene collocato in congedo.


Il generale Cavalera è stato decorato di quattro ricompense al Valor Militare: 1 Medaglia d’Argento, 2 Medaglie di Bronzo ed 1 Croce di Guerra, oltre ad altre numerose onorificenze italiane e straniere.


Dopo il servizio attivo è stato per molti anni Presidente dell’Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, dall’Internamento e dalla Guerra di Liberazione.