10 dicembre 2012

Libano: Il Vice Segretario Generale delle Nazioni Unite Jan Eliasson in visita alla missione UNIFIL

Ieri mattina, il Sector West di UNIFIL ha ricevuto la visita ufficiale del Vice Segretario Generale delle Nazioni Unite Jan Eliasson. Ad accoglierlo al suo arrivo all’eliporto della Base militare di Shama il Generale di Divisone Paolo Serra, Comandante di UNIFIL, accompagnato dal Generale di Brigata Antonio Bettelli, Comandante del Sector West su base Brigata Aeromobile “Friuli”.

Il Vice Segretario delle Nazioni Unite, dopo aver seguito un briefing dello staff del Comando sulle attività operative svolte dalle Unità del Settore Ovest di Unifil e dal Contingente italiano nell’ambito dell’ Operazione Leonte, ha continuato la sua visita a Naqoura presso il Quartier Generale di UNIFIL.

Nel corso dell’incontro con il Generale Serra, Eliasson ha espresso parole di apprezzamento per la meritoria opera svolta dal personale civile e militare di UNIFIL impegnato nell’attuazione del delicato mandato della Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza dell’ONU, sottolineando l’elevato profilo della missione.

Al termine di un aggiornamento informativo sulle attività in atto di UNIFIL, il Generale Serra ha manifestato al Vice Segretario Generale  la propria gratitudine per il concreto sostegno offerto nella prosecuzione dell’impegno teso a garantire l’armonico svolgimento delle operazioni della missione UNIFIL, in questo momento estremamente delicato per gli equilibri regionali.

Il Generale Serra ha detto che Unifil "in stretto coordinamento con l’Esercito Libanese, sta operando al massimo delle proprie capacità per garantire la sicurezza nel sud del Libano e lungo la blue line”.

Unifil,  composto da circa 12000 militari provenienti da 37 Nazioni e 1000 rappresentanti civili, di cui 700 locali e 300 internazionali, nel breve periodo ha conseguito i seguenti obiettivi:
- un generale rispetto nella cessazione delle ostilità;
- lo sviluppo di un dialogo tra le parti attraverso l’unico forum, il meeting tripartito, in grado di realizzare un processo di “confidence building”;
- il dispiegamento, dopo circa 30 anni, delle Forze Armate Libanesi nel sud del Libano;
- un progressivo aumento delle capacita’ delle medesime Forze Armate nell’azione di controllo dell’area a sud del fiume Litani.