Difesa.it

Bandiera distintiva del Ministro della Difesa
 
Il Ministro > Compiti e Attività > Comunicati stampa > Messaggio del Ministro della Difesa, On. Ignazio La Russa, in occasione della Giornata delle Forze Armate e Giorno dell'Unità Nazionale

Comunicato del:

4 novembre 2008

Messaggio del Ministro della Difesa, On. Ignazio La Russa, in occasione della Giornata delle Forze Armate e Giorno dell'Unità Nazionale

Il Ministro della Difesa, On. Ignazio La Russa, in occasione del Giornata delle Forze Armate e Giorno dell’Unità Nazionale, ha inviato alle Forze Armate il seguente messaggio:

"Soldati, Marinai, Avieri, Carabinieri, Personale civile della Difesa,

quest’anno ricorre il 90° anniversario di quel lontano 4 novembre 1918 che, con l’armistizio di Villa Giusti, segnò la vittoriosa conclusione della Grande Guerra e il momento culminante della consacrazione dell’Unità nazionale. L’Italia dimostrò di essere una Nazione coesa e forte; un Popolo animato da un convinto sentimento identitario, che non si smorzò nemmeno nei terribili giorni dell’offensiva nemica; anzi, da allora si radicò un profondo senso di patriottismo e consapevolezza dei valori nazionali, divenuto patrimonio comune degli italiani.

Il ricordo di chi si immolò per la Patria e la profonda riconoscenza alle nostre Forze Armate per l’alto senso del dovere dimostrato dai soldati dell’Esercito nelle trincee, sul Grappa, sul Pasubio, sul Carso, nonché parimenti per il valore con cui si confrontarono i nostri Marinai e i primi coraggiosi Aviatori della nascente Aeronautica Militare, sono atti doverosi. In quei dolorosi e drammatici eventi bellici si affermò la coesione tra combattenti e popolazione che da allora alimenta un sentimento di gratitudine nei riguardi dei militari di tutte le Forze Armate e dei Carabinieri che il tempo non affievolisce.

Oggi ci sentiamo vieppiù di dover onorare tutti i Caduti militari: figli di tanti popoli con i quali, finalmente, dopo tante vicissitudini storiche stiamo costruendo un’Europa e un mondo di libertà, democrazia e pace.

Le forze militari nazionali sono sempre più strumento di equilibrio e pacificazione, a tutela e nel rispetto dei valori del diritto internazionale e nell’ambito di più ampie politiche di stabilità. In questo contesto l’Italia, insieme a tanti altri Paesi amici ed alleati, opera da anni in molte aree del mondo per contenere la violenza che colpisce molte popolazioni e per creare le premesse per un nuovo pacifico futuro.

L’Italia, con orgoglio può contare e conta sui propri soldati; e la ricorrenza di quest’anno ci chiama a sottolineare ancor di più la volontà di essere con la gente e tra la gente, per rinsaldare quell’inscindibile legame che unisce militari e cittadini, anche nel ricordo dei nostri Caduti.

Soldati, Marinai, Avieri, Carabinieri, Personale civile della Difesa,

è importante ricordare il 4 novembre quale fondamentale tappa della nostra storia. In questo giorno significativo, stringendoci intorno al Tricolore per celebrare questa ricorrenza, desidero non solo ricordare le gesta eroiche dei combattenti del 15-18, ma far giungere un pensiero grato e riconoscente a tutti gli uomini e le donne italiani con le stellette, baluardo e fulgido esempio di dedizione a difesa dell’interesse collettivo e a tutela del bene primario ed essenziale della sicurezza, in Patria e nel mondo.

Viva le Forze Armate !
Viva l’Italia!"

 

Pagina pubblicata il 05-03-2011