Difesa.it

Bandiera distintiva del Ministro della Difesa
 
Il Ministro > Compiti e Attività > Comunicati stampa > Parisi: firmato oggi il Trattato istitutivo di "EUROGENDFOR"

Comunicato del:

18 ottobre 2007

Parisi: firmato oggi il Trattato istitutivo di "EUROGENDFOR"

Il Ministro della Difesa Arturo Parisi ed i Ministri di Francia, Olanda, Portogallo e Spagna si sono riuniti oggi a Velsen (Olanda), nei pressi di Amsterdam, nella storica tenuta di Waterland, per firmare il Trattato istitutivo della Forza di Gendarmeria Europea (EUROGENDFOR - EGF). La riunione è stata presieduta dal Ministro della Difesa olandese Eimert van Middelkoop, chairman di EGF per l’anno 2007.

EUROGENDFOR è stata lanciata a settembre 2004 quale struttura di cooperazione multinazionale composta da Forze di Polizia ad ordinamento militare (Gendarmerie Nationale per la Francia, Arma dei Carabinieri per l’Italia, Koninklijke Marechaussee per l’Olanda, Garda Nacional Republicana per il Portogallo, Guardia Civil per la Spagna). A gennaio 2006 è stato inaugurato, a Vicenza, il Quartier Generale, mentre nel successivo mese di dicembre EGF è stata dichiarata “pienamente operativa”.

La firma del Trattato è avvenuta alla vigilia dell’avvio della prima missione di EUROGENDFOR, che, da inizio novembre, contribuirà alla missione PESD (Politica Europea di Sicurezza e Difesa) ALTHEA, quale Unità di Polizia Integrata (IPU) posta sotto il controllo operativo del Comandante della stessa. A tale fine sono in corso i necessari preparativi.

EGF può operare nell’ambito di catene di comando sia militari sia civili ed è in grado di pianificare e condurre fino a due attività operative contemporaneamente, fornendo una efficace Forza di Polizia composta da un massimo di 800 uomini con una capacità iniziale di reazione rapida entro 30 giorni.

Quale strumento di gestione delle crisi, EUROGENDFOR sarà a disposizione dell’Unione Europea ed anche di altre organizzazioni internazionali (ONU, NATO, OSCE) o di una coalizione “ad hoc”.

L’Italia contribuisce con tre IPU tratte dall’Arma dei Carabinieri, la Spagna con due ed il Portogallo con una. La Francia, che fornisce due IPU, concorre a formarne una terza insieme con l’Olanda.

Pagina pubblicata il 05-03-2011