Difesa.it

Bandiera distintiva del Ministro della Difesa
 
Il Ministro > Compiti e Attività > Comunicati stampa > Approvazione secondo maxiemandamento governativo alla legge finanziaria: piena soddisfazione del Ministro della Difesa Antonio Martino

Comunicato del:

16 dicembre 2003

Approvazione secondo maxiemandamento governativo alla legge finanziaria: piena soddisfazione del Ministro della Difesa Antonio Martino

Il Ministro della Difesa, Antonio Martino, esprime piena soddisfazione per l'approvazione da parte della Camera del secondo maxiemendamento governativo alla legge finanziaria. Il testo accoglie in toto quattro prioritarie richieste, avanzate dal Dicastero e fortemente sostenute anche dalla Rappresentanza militare. In particolare, dopo l'approvazione definitiva del Senato, sarà possibile:
- procedere finalmente al riallineamento delle carriere dei Marescialli dell'Esercito, della Marina e dell'Aeronautica con quelle dei corrispondenti ruoli delle Forze di Polizia, eliminando una disparità che dura dal 1995. Al riguardo sono stati resti disponibili 87 mln di euro per il 2004, 42 mln di euro per il 2005 e 38 mln di euro a decorrere dal 2006;
- avviare, in prosecuzione del riallineamento, il riordino delle carriere del personale non dirigente e non direttivo delle Forze Armate e di Polizia, utilizzando 73 mln di euro per il 2004, 118 mln di euro per il 2005 e 122 mln di euro dal 2006;
- migliorare, con ulteriori 200 mln di euro a decorrere dal 2004, il trattamento economico accessorio del personale delle Forze Armate e di Polizia, escluso quello del grado dirigenziale;
- finanziare adeguatamente i servizi di vigilanza agli obiettivi sensibili, svolti in funzione antiterrorismo dalle Forze Armate in concorso alle Forze di Polizia, pagando anche le indennità arretrate al personale che ha disimpegnato in precedenza i medesimi servizi.
L'iniziativa governativa si è potuta concretizzare grazie al positivo impegno delle forze di maggioranza che ha trovato diffuso sostegno parlamentare nell'iter del provvedimento.
Pagina pubblicata il 05-03-2011