Difesa.it

Bandiera distintiva del Ministro della Difesa
 

La Storia

La Commissione Italiana di Storia Militare (C.I.S.M.) venne istituita con Decreto del Ministro della Difesa n. 1120 in data 21 novembre 1986, in sostituzione della Sezione Italiana della Commissione Internazionale di Storia Militare operante fin dal 1950.

La C.I.S.M. svolge le proprie attribuzioni in Roma, presso il Ministero della Difesa ed è affiliata all'UNESCO tramite la Commissione Internazionale di Storia Militare (C.I.H.M.) cui aderiscono circa 40 Stati.

La Commissione venne costituita al fine di «promuovere iniziative tese a migliorare la conoscenza della Storia Militare Italiana e Comparata, valendosi del contributo di rappresentanti di istituzioni che si dedicano allo studio dei vari aspetti della disciplina».


Il Decreto del Ministro della Difesa in data 5 dicembre 2003 dispose la nuova composizione della C.I.S.M. con l'inclusione dei Capi degli Uffici storici del Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri e del Comando Generale del Corpo della Guardia di Finanza.

Con il Decreto del Ministro della Difesa in data 7 giugno 2007 la presidenza della Commissione, in precedenza affidata al più anziano fra i Capi dei predetti Uffici Storici, venne attribuita al Capo dell'Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa.

Il recente Decreto del Ministro della Difesa in data 5 agosto 2010 ha disposto che la Commissione sia presieduta dal Capo Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa e composta dai Capi degli Uffici Storici degli Stati Maggiori dell’Esercito, della Marina, dell’Aeronautica e dei Comandi Generali dell'Arma dei Carabinieri e del Corpo della Guardia di Finanza e da tre esperti di comprovato spessore scientifico scelti in ragione degli incarichi ricoperti, anche in ambito universitario, degli studi svolti e delle opere pubblicate.

Tra le attività della Commissione vanno sottolineate:

  • la consulenza specialistica per istanze alle Autorità di Vertice;
  • verifiche sulla veridicità storica di eventi;
  • “indagini” storiche su personaggi d’interesse;
  • l’organizzazione di un convegno nazionale di storia militare all'anno con relativa pubblicazione degli atti;
  • la partecipazione a congressi di storia in Italia e all'estero;
  • la partecipazione a mostre librarie;
  • collaborazioni con le Università e partecipazioni ad eventi ed attività di carattere storico-militare.
Pagina aggiornata il 25-10-2011