Ministero della Difesa

Logo della rivista on line Informazioni della Difesa
Versione Italiana

1917. L'anno della svolta

Libri e Eventi - Ada Fichera

Roma,  23 ottobre 2017

​Prosegue, anche quest'anno, il ciclo di eventi per celebrare il centenario della Grande Guerra.
Come è ormai consolidata tradizione, l'Ufficio Storico dello Stato Maggiore della Difesa sta organizzando il Congresso di Studi Storici Internazionali che si tiene annualmente in collaborazione con "La Sapienza" Università di Roma, con l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, con la Commissione Internazionale di Storia Militare e con la Società Italiana di Storia Militare.
Il Congresso, che, relativamente al primo conflitto mondiale in questa edizione approfondirà la tematica 1917. L'anno della svolta, si terrà il 25 e 26 ottobre 2017 presso il Centro Alti Studi per la Difesa (CASD), in Piazza della Rovere - 83 a Roma.
Il 1917 è un "anno chiave" del conflitto, ricco di importanti avvenimenti sul piano internazionale e italiano; basti ricordare l'intervento degli Stati Uniti, che definiscono la loro posizione di "potenza associata" e non "alleata" e l'uscita dalla guerra della Russia a seguito della rivoluzione bolscevica.
I tanti accadimenti bellici di quell'anno trasformano la Grande Guerra da conflitto per ragioni di "politica di potenza" a "scontro ideologico totale".
Il Congresso tratterà tali problematiche storiche e non solo.
Dal prevalere sul potere politico da parte dello Stato Maggiore in Germania all'evoluzione politica in Francia, Gran Bretagna e negli Imperi Centrali, il Congresso è teso ad analizzare nuovi aspetti sul piano militare, come ad esempio l'emergere della dimensione strategica del potere aereo e la nascita delle truppe d'assalto, ed ancora la situazione dei fronti periferici, dal Baltico all'Anatolia e Caucaso, dai Balcani al Medio Oriente.
Non mancherà un esame della propaganda attraverso le immagini e i filmati dell'epoca.
L'evento prevede la partecipazione di relatori di valenza nazionale e internazionale e di giovani studiosi, che con i loro interventi allargheranno la prospettiva di studio del conflitto alla visione di Paesi alleati o considerati "nemici" dell'Italia, fornendo conoscenze su temi specifici di notevole rilievo.
Sarà inoltre dedicata attenzione specifica all'Italia attraverso un'indagine sul ruolo delle Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato e sul dramma di Caporetto, prendendo in esame come quest'ultimo, oltre che una sconfitta, sia stato anche l'inizio di una riscossa attraverso la scelta della linea di resistenza sul Piave, riaffermata nell'importante convegno di Peschiera, nel quale ha giocato un ruolo primario il Re Vittorio Emanuele III.
L'ingresso al Congresso è aperto a tutti, previa prenotazione ai seguenti recapiti:
quinto.segrstorico@smd.difesa.it
centegrandeguerra@smd.difesa.it

Tel. 06.46913769.