Automezzi


Uso mezzo proprio - autorizzazione - collaboratori e assistenti UNEP

(Nota Ministero Giustizia - Direzione Generale Affari Civili e Libere Professioni
Ufficio V - Prot. n. 5/1003/03-11ML del 16 novembre 1999)

 

Con riferimento alla nota che si riscontra, riguardante il quesito di cui in oggetto, si comunica alla S.V. che la questione prospettata è ben nota a questo ufficio, di guisa che allo studio di questa Direzione Generale diverse ipotesi di soluzione del problema, che prima facie si pone soprattutto in termini di « costi elevati » della copertura assicurativa; tali costi, infatti, devono essere sostenuti dall'amministrazione di appartenenza, in osservanza del disposto dell' art. 16, commi 1 e 2, del D.P.R. 17-1-1990, n. 44.

 

Pertanto, nelle more di un' auspicata soluzione positiva del problema, si comunica che, nei confronti del personale Unep, non è possibile autorizzare l'uso del mezzo proprio per l' espletamento del servizio di istituto.

 

Il contratto di assicurazione per l' uso del mezzo proprio stipulato dalla Direzione Generale dell' Organizzazione Giudiziaria (Ufficio V) e diramato alle Corti di Appello con la nota n. 20597/5 del 29-12-1997 da Voi richiamata è strettamente limitato ai casi di invio « in missione », che nel settore Unep corrispondono alla sola ipotesi prevista dall'art. 32 dell' Ordinamento degli Ufficiali Giudiziari (D.P.R. 1229/59), che disciplina il caso dell'applicazione dell' aiutante e/o dell'ufficiale giudiziario.

 

Pertanto, tale copertura assicurativa non è estensibile in caso di adempimenti quotidiani di servizio, come confermato anche dallo stesso Direttore dell' Ufficio V dell' Organizzazione Giudiziaria, con nota n. 4953/5PB del 25-3-1998.

per il Direttore dell'Ufficio

 

Il magistrato addetto

Wanda Verusio