Ministero della Difesa

Versione Italiana

Il Linfoma di Hodgkin nel personale militare

Lavoro e Sicurezza - Redazione

Roma,  26 aprile 2016

​Il linfoma di Hodgkin (LH) è una rara forma di neoplasia ematologica che rappresenta circa lo 0.5-0.7 % di tutte le neoplasie dell’uomo.

Clinicamente si presenta con ingrossamento linfonodale (linfoadenomegalia) indolente che insorge tipicamente in un singolo linfonodo (più frequentemente nella regione del collo: laterocervicale o sovraclaveare) oppure in una catena linfonodale e si diffonde ai tessuti linfoidi anatomicamente contigui.

E’ caratterizzato istologicamente dalla presenza delle cellule di Reed-Sternberg, che derivano dalle cellule B dei centri germinativi.

Attualmente è una delle neoplasie con maggior successo terapeutico, la cui sopravvivenza a cinque anni risulta infatti del 75-89% (in relazione al sesso: > nelle donne).  L’età è un’altra variabile importante in
quanto i soggetti più anziani hanno una prognosi peggiore.

In Italia sono previsti per il 2015 circa 1300 nuovi casi di LH negli uomini e 1100 nelle donne (dati AIRTUM) (1), dati che si inseriscono in una previsione complessiva di 194.000 nuovi casi di tumori maligni negli uomini e 169.000 nelle donne (363.000 totali).

Leggi tutto l'articolo QUI .