Difesa.it

Bandiera distintiva del Ministro della Difesa
 

I servizi di comunicazione

Stazione master - Antenna SHF

Come accennato in precedenza, il SICRAL dispone di tre bande operative per le comunicazioni. In relazione a ciò le reti che possono essere realizzate sono essenzialmente di tre tipologie:
  • FDMA (Frequency Division Multiple Access) PAMA (Permanent Assigned Multiple Access) in banda EHF o SHF per collegamenti punto-punto;
  • SCPC (Single Carrier Per Channel) DAMA (Demand Assignament Multiple Access) in banda EHF o SHF per collegamenti di tipo tattico;
  • TDMA (Time Division Multiple Access) DAMA in banda UHF con possibilità dell'utilizzo del feeder link delle bande EHF/SHF da parte dei terminali satellitari non in possesso dell'UHF.
Per espletare questo compito, il Centro di Gestione e Controllo, si avvale di un centro per la pianificazione delle risorse, e di un centro di controllo delle telecomunicazioni. I due organismi sono resi operativi mediante la turnazione del personale nell'arco 24 ore.
Il personale preposto alla pianificazione delle risorse (Centro di Controllo della Missione), è supportato dal personale di controllo di rete (Centro di Controllo di Rete) per ciò che riguarda la gestione del sistema di telecomunicazioni, e dal personale preposto al controllo satellite per quanto riguarda il governo del segmento spaziale. Questa attività di lavoro tra pianificatori e tecnici non si limita ad un semplice coordinamento in virtù del fatto che la parte innovativa e caratterizzante del SICRAL è la possibilità di assegnare risorse diversificate per capacità di traffico, potenza trasmessa dei terminali, posizione geografica e mobilità di questi ultimi. Questi elementi introducono un nuovo concetto di capacità totale di traffico del sistema di comunicazioni, non più legato a parametri di tipo infrastrutturale (come necessariamente è per sistemi di telecomunicazioni terrestri in ponte radio la cui capacità è stabilita a priori), ma fortemente legata allo scenario operativo contingente. Questo implica l'introduzione di una nuova variabile legata all'impiego temporale di vari sottosistemi del satellite e del gateway di comunicazioni.
[T] Torna in alto
Pagina pubblicata il 06-03-2011